Educazione, scuola, università

“i giovani sono fatti per l’eroismo non per il piacere” (Claudel), ma gli educatori (in genere) non lo sanno

Mi piace davvero tanto Alessandro d’Avenia che sa narrare così bene la sua esperienza di insegnante – come ho detto altrove, avrei voluto essere anch’io un’insegnate così, ma ho fatto del mio meglio – e così sono andata a curiosare nel suo blog: vi ho trovato la lettera di un’alunna così simile, per certi accenti , alle lettere o i temi che mi scrivevano i miei alunni:     Leggi tutto

inserito il 28-01-2012     -    

Madre e Padre

«Un’educazione autenticamente cristiana non può prescindere dall’esperienza della preghiera. Se non si impara a pregare in famiglia, sarà poi difficile riuscire a colmare questo vuoto». Se i bambini arrivano in parrocchia a digiuno di preghiera e di esperienza cristiana in … Continua a leggere    

inserito il 22-01-2012     -    

In qualunque posto, in ogni momento

In un’altra era io ero parecchio impallinato di Guerre Stellari. Era il tempo in cui Darth Vader era il più cattivissimo e il padre di nessuno. In cui Han Solo sparava per primo. E sì, forse ci sarebbe stato un seguito, ma sicuramente non avrebbe coinvolto orsetti.
Il libro che si basava sul film si apriva con la seguente pseudocitazione:
“Si trovarono nel posto sbagliato nel momento sbagliato e divennero eroi”.     Leggi tutto

inserito il 22-01-2012     -    

Educare alla vita con la formazione al lavoro

1 ottobre 2011 card. Carlo Caffarra
La domanda che un giovane fece a Gesù, narra il Vangelo, è stata: «che cosa devo fare per avere la vita eterna Dicendo “vita eterna” noi oggi pensiamo subito alla vita dopo la morte. In realtà l’espressione non ha principalmente questo significato “Vita eterna” significa vita che in ha se stessa un significato indistruttibile, poiché è una vita vera: è una vita buona. 
 Sapere che cosa significa vita buona è – lo vedremo fra poco – fondamentale per ogni educatore. Dedicherò dunque il primo punto della mia riflessione a questo tema.     Leggi tutto

inserito il 09-10-2011     -    

C'era una volta la Costituzione
Immaginatevi una cosa bella a cui tenete tanto, qualsiasi cosa, date spazio alla fantasia. Ad esempio una preziosa tovaglia riccamente ricamata lasciatavi in dono dalla nonna da utilizzare per le grandi occasioni. Arriva la grande occasione da festeggiare, prendete la tovaglia riposta nell'armadio e, con grande dispiacere, scoprite che è stata assaltata da animaletti striscianti che hanno creato buchi e falle ognidove nel tessuto. Sconcerto, rabbia, dispiacere, tutte emozioni che in un baleno attraversano la vostra mente.   -   Leggi tutto

Il solo libero pensatore è credente: gli increduli si sono rinchiusi nelle gabbie.

Ha scritto saggiamente Vittorio Messori: “È il razionalismo, semmai, che deve temere per la sua chiusura, per essersi autolimitato, rinserrato da solo in una cella. Il vero libre penseur non è l’incredulo, ma, al contrario, il credente. Pensiamo al miracolo, che fa parte di ciò che supera quel che il razionalismo può stabilire, prevedere, misurare, dichiarando d’imperio che al di là di quello non può esserci nulla.     Leggi tutto

inserito il 23-09-2011     -    
anteprima

"L’educazione è un affare del cuore" (S. Giovanni Bosco)
<Ah, paura, paura. Cosa succede intorno a me? Cosa vogliono queste cose immense che si muovono, entrano, escono, mi guardano? I loro nasi enormi si precipitano verso di me. Non capisco, mi sento solo, ho paura>
Ho due figli che da piccoli si stanno facendo grandi. Chi vive la necessità e il tormento di educare sa molto bene quale fatica pesi sull'animo. Spesso, quasi sempre, ci sentiamo inadeguati.   -   Leggi tutto

Un appunto ad Andrea Cammilleri

Carissimo direttore,     Leggi tutto

inserito il 04-04-2011     -    

La Prof. Mastrocola propone di non studiare per salvare la cultura

Paola Mastrocola, insegnante di Lettere in un liceo scientifico e scrittrice, pensa a una fuga verso la libertà. Un mondo dove i ragazzi siano felici perché hanno potuto scegliere di cosa davvero vogliono occuparsi.     Leggi tutto
inserito il 21-02-2011     -    
anteprima

La seconda edizione della Convention di Diesse si è tenuta a Pesaro nei giorni 23-24 ottobre 2010.
Docenti «capaci di essere protagonisti» nella scuola di oggi. Ma soprattutto «pronti a esserlo anche in quella che verrà». Questo è stato il filo conduttore dell’appuntamento annuale che Diesse, associazione professionale dei docenti legati alla Compagnia delle Opere, ha tenuto a Pesaro. Un tema attualissimo, visto che da poche settimane ha preso il via la riforma delle superiori.   -   Leggi tutto

Condividi contenuti