Europa e Comunità Europea

anteprima

Rigore contro
Volete sapere perché l’Europa – intesa come organismo politico ed economico unito – fallirà? Perchè noi siamo europei come in “Europei di calcio”.
In quella frase europei è un’aggettivo, non un sostantivo. E’ una indicazione geografica, non qualcosa che definisce l’essenza stessa delle squadre che vi partecipano.   -   Leggi tutto

anteprima

Quante volte ci è capitato. Sull’autobus, nelle sale d’aspetto, alla macchinetta del caffè. Con sconosciuti in un negozio o magari a tavola con chi conosciamo bene.   -   Leggi tutto

Non facciamoci una croce sopra

Pare che i simpatici governanti del Ras-al Khaimah, un allegro Emirato arabo che ha appena concluso un contratto fantastiliardario con il Real Madrid, abbiano chiesto ai dirigenti della squadra di levare dal logo la croce. Come aveva fatto, pare il Qatar con il Barcellona. Non conosco l’esatto importo della cifra pattuita ma dev’essere un bel po’ più di trenta denari.      Leggi tutto

inserito il 19-04-2012     -    
anteprima

In realtà
Prendo lo spunto dalla recente sentenza con cui il "Conseil constitutionnel" francese ha dichiarato non costituzionale la legge che equiparava il genocidio armeno all'Olocausto. In Francia chi nega lo sterminio degli ebrei è punito con l'arresto e una forte ammenda; lo stesso sarebbe capitato per chi minimizzava il genocidio avvenuto in Turchia all’inizio del secolo scorso.
E quello dell'Armenia è un fatto. Nessun dubbio può esserci a riguardo, come nessun dubbio può esserci sui fatti riguardanti la Shoah. Ci sono letteralmente milioni di testimoni, di prove di ogni genere e tipo. Eppure se esiste una legge che prevede pene per chi lo nega  allora diviene evidente una cosa: che la verità può venire scollegata dalla realtà.   -   Leggi tutto

anteprima

Abbiamo paura di pronunciare la parola ‘guerra civile’, ma si sta andando in quella direzione, i segnali portano in quel senso” dice padre Pizzaballa intervistato da Radio Vaticana sulla situazione in Siria, ed aggiunge “Non c’è una guerra generalizzata, non c’è un fronte aperto su tutto il Paese” e conclude: “però, purtroppo tutto fa pensare a questo”.   -   Leggi tutto

Contro l'Ungheria menzogne a sangue freddo - E l'Italia sta anche peggio

Stamane, in una trasmissione su Radio! RAI, una giornalista ungherese denunciava la "censura sulla stampa" che sarebbe stata istituita nel proprio paese. Comprendo tanta indignazione. Ai suoi occhi, come a quelli dell'eurocrazia al potere, il governo Orban ha tre gravissime colpe:
 
  1. Ha fatto esplicito riferimento alle radici cristiane del paese nella sua Costituzione;
    Leggi tutto
inserito il 28-01-2012     -    
anteprima

Fosse stata la trama di un film, avremmo detto che era di basso livello, e poco verosimile: ma quando mai una persona sola riesce a fare un attentato in una grande capitale e subito dopo quella strage infinita nell’isoletta vicina?
E invece pare proprio sia andata così in Norvegia. Si accerterà se quanto è successo si può attribuire alla follia del killer, il trentaduenne Breivik, e quanto dei suoi comportamenti sia dovuto a paranoia o a chissà cos’altro. Ma sarebbe ingenuo spiegare tutto questo orrore solamente chiamando in causa la mente malata di un uomo. Una tragedia simile non nasce dal nulla, non si materializza casualmente in un paese, ma si nutre in qualche modo dell’aria intorno e non può essere estranea al tempo in cui avviene.   -   Leggi tutto

anteprima

SamizdatOnLine ha espresso all’on. Mario Mauro alcune perplessità, sia sul metodo di scelta di candidati in ruoli importanti nel PE, sia sul fatto che l’Italia abbia aderito “in toto” al Trattato di Lisbona, cioè consentendo alla Corte di Lussemburgo di sentenziare in modo “esecutivo” sulle leggi degli stati nazionali (le loro tradizioni, culture ..). Cosa che invece non hanno accettato paesi come Polonia, rep. Ceca, Irlanda, ed l’Inghilterra. L'intervista ..   -   Leggi tutto

Condividi contenuti