Famiglia

Nasce la Manif pour Tous Italia (Editoriale)

    Leggi tutto
inserito il 30-07-2013     -    

Il divorzio ci ha resi liberi?

Lettera pubblicata su Affari Italiani
Venerdì, 19 luglio 2013

Gentile Direttore, è naturale che oggi, dopo 40 anni, all’evidenza di quanto accade, sempre più persone si facciano domande riguardo alla legge sul divorzio così per come fu fatta.     Leggi tutto

inserito il 30-07-2013     -    

Indagine sull’omosessualità (atto III): un giudizio

tentazione2Nella questione omosessuale una tentazione (spirituale) irresistibile. Che va al cuore del Cristianesimo: la carità.

di Fr. Antonio Iannaccone     Leggi tutto

inserito il 10-07-2013     -    
anteprima

"E dove mettere il cittadino che non per fobia ma con motivate ragioni ritiene matrimonio ciò che è stato definito tale fin dagli albori della civiltà?"
Il Cardinale Arcivescovo di Bologna interviene a proposito delle dichiarazioni del Sindaco sul riconoscimento di matrimonio e adozioni per le coppie omosessuali
Le affermazioni fatte dal Sindaco di Bologna riguardanti il matrimonio e diritto all’adozione per le coppie gay sono di tale gravità, che meritano qualche riflessione   -   Leggi tutto

Non sapevano che era impossibile.....

...e allora l'hanno fatto.

    Leggi tutto
inserito il 05-07-2013     -    

Pane al pane e vino al vino!

COMUNICATO STAMPA
    Leggi tutto
inserito il 05-07-2013     -    

Tsunami antropologico e il verduraio

Come diceva una mia amica qualche giorno fa: “Da noi la legge sui matrimoni gay ancora non c’è, ma è come se ci fosse”. Ed è vero: la pressione mediatica è fortissima: siamo circondati.

    Leggi tutto
inserito il 30-06-2013     -    

Obiezione di coscienza e istituzioni

Le enormi pressioni a favore del riconoscimento delle convivenze e del matrimonio omosessuale, che assumono ormai le caratteristiche di una prepotente ondata che adopera ogni mezzo per imporsi, presentano un lato molto problematico su cui pochi riflettono.     Leggi tutto
inserito il 30-06-2013     -    
anteprima

“Nel nome del Genitore, del Figlio e dello Spirito Santo”, oppure “Genitore nostro, che sei nei cieli”, o ancora “Santa Maria, Genitore di Dio, prega per noi peccatori”. Quanto tempo dovremo aspettare prima di sentirci dire che dovremmo pregare così? Che non si dica che è solo una provocazione.
Chi l’avrebbe mai detto, quarant’anni fa, quando andavamo a dormire dopo Carosello e la parola “preservativo” era proibita in TV, che un giorno il matrimonio omosessuale sarebbe stato definito un “diritto civile”, e che l’amore gay ricordato e celebrato per ogni dove, dalle pubblicità ai film, che rappresentanti istituzionali avrebbero partecipato alle parate dell’orgoglio gay, e che insomma l’omosessualità sarebbe stata vissuta come fatto pubblico e politico, celebrata e omaggiata – come vediamo in questi giorni - fino alla noia?
Chi avrebbe mai pensato che piazze immense si sarebbero dovute riempire per chiedere, almeno, di non cancellare “mamma” e “papà” da leggi e vocabolario?   -   Leggi tutto

Condividi contenuti