I cristiani perseguitati

Europa, dove sei ... ? (Editoriale)

    Leggi tutto
inserito il 01-07-2012     -    

Sessantamila persone, Dio mio, sessantamila!

Cinque anni fa, nell'ormai defunta (e rimpianta) libreria Anima Mundi qui a Corato, assistetti alla presentazione del libro della Dott.ssa Anna Zeligowsky, una farmacista ebrea i cui genitori, ebrei polacchi, furono gli unici superstiti delle rispettive famiglie durante la seconda guerra mondiale. Ciascuno dei due non sapeva nulla dell'altro. Ciascuno dei due riuscì a scampare per conto proprio allo sterminio. Si conobbero e si sposarono subito dopo la fine della guerra.
      Leggi tutto
inserito il 28-01-2012     -    

Asia Bibi, martire silenziosa

Asia Bibi, la cristiana pakistana madre di cinque figli condannata a morte – sulla base di false accuse e di un processo farsa – per blasfemia è ancora in carcere, a più di un anno e mezzo dalla sentenza, in attesa che la Corte suprema pakistana si decida a esaminare il suo appello.     Leggi tutto

inserito il 08-01-2012     -    

Non è successo nei paesi della sha'ria. E' successo in Scozia

Il Daily Mail riporta questa notizia che se fosse vera sarebbe purtroppo tutt'altro che incredibile, anzi rischia di diventare sempre più normale in un paese come il Regno Unito dove la cristofobia è ormai di casa:
 
inserito il 31-12-2011     -    

«Asia Bibi in drammatiche condizioni psico-fisiche»

Condannata per essere cristiana e pacifica e  non aver rinnegato la propria fede. “Al momento dell’incontro, il suo sguardo vagava nel vuoto, non riusciva a capire cosa stesse accadendo, era completamente confusa e stupita. Per tutto il tempo della conversazione – oltre 2 ore e 20 minuti – i suoi pensieri erano alla deriva” nota [...] 0    

inserito il 26-12-2011     -    
anteprima

Dall'Egitto una notizia forse inaspettata: scontri fra cristiani e esercito, che hanno causato decine di morti fra i copti. Per chi ha esaltato la cosiddetta primavera araba é un brusco risveglio: dove sono la libertà e la democrazia, l'uguaglianza dei diritti, attese come frutto dei moti popolari dell'inizio dell'anno? Per chi ha avuto ed ha dubbi sul vero valore dei fatti di piazza Tahrir, i morti di questi giorni sono una conferma alle sue fosche previsioni. Credo che un aiuto a considerare realisticamente quanto é successo e succede in Egitto possa venire dai seguenti articoli pubblicati.   -   Leggi tutto

anteprima

Forse tra cento o duecento anni ci sarà chi, guardando a questo momento, si chiederà perché tutto questo è successo. Si chiederà perché nessuno è intervenuto, perché i pochi che ne hanno parlato non sono stati ascoltati.
Perché questo è uno di quei momenti in cui il male sembra vincere. Uno di quei momenti in cui si fa fatica a vedere la Providenza nella storia. Uno di quei punti nel tempo dove la libertà degli uomini pare scegliere non la strada dela luce, ma quella delle tenebre.   -   Leggi tutto

anteprima

Domenica sera ho cenato con il famoso islamologo Samir Khalil Samir. Di solito è una persona molto solare, divertente. Domenica sera era silenzioso. Diceva che aveva appena saputo che l'esercito egiziano era andato, con blindati, a distruggere il muro di protezione di un famoso monastero copto nel deserto. I cristiani, mi spiegava, non hanno diritto di fare la minima opera edilizia (aprire una finestra, fare un muretto, etc.) senza addirittura, fino a poco tempo fa, il permesso del Presidente della Repubblica.   -   Leggi tutto

Condividi contenuti