I cristiani perseguitati

anteprima

C’è una risata che spaventa. E’ quella che si fa quando vediamo qualcuno farsi male. Bucce di banana. Giravolte e capitomboli. Le comiche di un tempo, i clown del circo.
Ma, a ben guardare, se la caduta fosse vera: vertebre che si rompono, ossa fratturate, sangue che cola, dolore.
Non fa così allegria, se ci pensate. A meno che non vogliate veramente male alla vittima, alla vittima della vostra risata.   -   Leggi tutto

SamizdatOnLine   -   Leggi tutto

anteprima

Finalmente lo ammettono anche i giornali. I cristiani sono massacrati. O meglio: riportano il virgolettato, "Dicono che i cristiani sono massacrati".
Perché lo si scoprisse hanno dovuto morire in troppi, in maniera troppo eclatante per poterlo non vedere.
Eppure c'è qualcosa che non quadra ancora. Un'ansia improvvisa di urlare ciò che si è appena "scoperto".   -   Leggi tutto

anteprima

Ci sono giorni in cui apprendi le notizie e sembra che nel mondo vi sia veramente poca luce. Giorni in cui pare che quello che c'è di buono nel mondo, ciò sembra funzionare, il giusto e il bello sia soffocato da una nube grigia, dalla cattiveria degli uomini.
Ci sono giorni in cui ti pare di intravederlo questo diavolo che divide e consuma, mentre ride soddisfatto del suo operato. E quando ti sembra che il peggio sia stato raggiunto ecco un'altra notizia che sgomenta.
L'autorità palestinese ha chiuso l'orfanotrofio femminile di Samar, a Betania. La "Casa di Lazzaro".   -   Leggi tutto

anteprima

Gli attacchi alla Chiesa sfidano la libertà dei cristiani.
Nell'omelia pronunciata nella Messa per la solennità dei SS. Pietro e Paolo Benedetto XVI ha detto: “... In effetti, se pensiamo ai due millenni di storia della Chiesa, possiamo osservare che – come aveva preannunciato il Signore Gesù (cfr Mt 10,16-33) – non sono mai mancate per i cristiani le prove, che in alcuni periodi e luoghi hanno assunto il carattere di vere e proprie persecuzioni ...”   -   Leggi tutto

anteprima

Ci sono varie cose su cui riflettere, con l'assassinio di Mons. Padovese.
Tutti sottolineano come sia stato il gesto di un folle. O meglio, quasi tutti: l'arcivescovo di Smirne e altri fanno notare come questa scusa sia spesso stata usata come ritornello per coprire altre cose. La questione andrebbe investigata bene (e seguita su sites seri e realmente informati, come AsiaNews).
Quello che colpisce è che, tranne Avvenire, molti giornali si sono subito affrettati a dire che la politica pare non c'entrare etc. Politica? E chi ha mai detto che il problema è solo politico?   -   Leggi tutto

anteprima

Il 25 dicembre 1990, alla vigilia della Prima Guerra del Golfo, durante il messaggio di Natale papa Giovanni Paolo Il invitò “i potenti della terra” a riflettere sul fatto che “la guerra è un’avventura senza ritorno”.  Sono passati vent’anni, e le guerre recenti hanno già prodotto un frutto velenoso: i cristiani sono quasi scomparsi dal Medio Oriente, e là dove resistono eroicamente sono sanguinosamente perseguitati. L’ultima strage in ordine di tempo è quella del 2 maggio 2010 a Mosul, in Iraq. Ma i media italiani non ne hanno parlato.
SamizdatOnLine   -   Leggi tutto

anteprima

Chiesa, svegliati e testimonia Gesù Cristo come ragione del vivere, e lascia stare le prediche «politically correct» che tanto ti fanno avere il plauso (colmo di disprezzo, comunque) dei «benpensanti»!
Sembra che questa invocazione, tratta dalla antica liturgia (Il Signore entrò da loro portando le armi vittoriose della croce. Appena Adamo, il progenitore, lo vide, percuotendosi il petto per la meraviglia, gridò a tutti e disse: «Sia con tutti il mio Signore». E Cristo rispondendo disse ad Adamo: «E con il tuo spirito». E, presolo per mano, lo scosse, dicendo: “Svegliati, tu che dormi, e risorgi dai morti, e Cristo ti illuminerà”) oggi debba essere rivolta alla Chiesa, almeno ad alcuni suoi pastori.   -   Leggi tutto

Condividi contenuti