Opere e lavoro

anteprima

Del perché fondare un’agenzia di storytelling, oggi - Dietro ogni avventura, c’è una storia. Quella di Ways! affonda le sue radici in un bosco, nel racconto di un papà e un insegnamento che non si può lasciar cadere: ogni storia è unica e irripetibile. Proprio come quella dell'amicizia nata  tra due giornalisti impegnati da sempre sul fronte mediorientale (Maria Acqua e Andrea), un regista dal cuore grande (Emmanuel) e una digital agency milanese (WIP) che si sono incontrati e si sono messi insieme. Convinti di una cosa: che per quanto sia bello girare il mondo, la storia più bella è sempre quella che si ha davanti agli occhi. Anche qui, in Italia. Perché non andare a scoprirla, allora? Perché non raccontarla?   -   Leggi tutto

anteprima

Lo scorso gennaio il Ministro della Giustizia ha fatto decadere una sperimentazione in corso in 10 carceri italiane. Vari detenuti lavoravano all'interno delle cooperative che allestivano i pasti per i carcerati, usando bene il tempo e non restando oziosi e imparando un mestiere che sarebbe risultato utile una volta usciti. La vicenda della cooperativa Giotto nel carcere di Padova è significativa ed emblematica.
Sostieni la Petizione online, firmando qui
Minimo  socio di  SamizdatOnLine
  -   Leggi tutto

anteprima

Negli ultimi mesi abbiamo assistito a crescenti dimostrazioni di crudeltà da parte di quelli che, fino a non molto tempo fa, erano i benemeriti ribelli che combattevano il tiranno Assad. Forse qualcuno di voi lo ricorda ancora, quando nessuno credeva che gli oppositori del regime siriano fossero capaci di gesti violenti – tutti animucce candide – e il bieco governo della Siria aveva il monopolio dell’orrore. Distruggerlo immediatamente!
Poi, poco per volta, si capì che qualcosa non andava. No, non erano i governativi ad avere usato armi chimiche. No, quei colpi di mortaio sulle scuole non se li erano tirati da soli. Quei sequestri, quelle uccisioni gratuite forse erano proprio dei ribelli. Ci vollero un bel po’ di testimonianze dirette, e qualcuno non è ancora convinto adesso.
Poi venne l’IS. Che non solo non nascondeva i suoi orrori, ma li pubblicizzava. Aveva capito che anche per l’odio puro c’è mercato. Niente di nuovo, intendiamoci. I resoconti del modo in cui furono annientati i regni cristiani in Oriente ottocento anni fa è persino più cruento dell’attualità che i giornali ci illustrano, la differenza è che allora non si facevano i selfie con le teste mozzate.
Però a Maalula non erano entrati quelli dell’ISIS ma i “moderati” e i qaedisti di al Nusra. Vi ricordate di Maalula, vero? Quando qualche decina di anni fa avevo sentito di un villaggio in cui si parlava ancora l’aramaico dei tempi di Gesù non avrei mai pensato che l’avrei visto distruggere a cannonate, i suoi abitanti ammazzati per non avere voluto rinnegare la fede. Il tempo dei martiri, ora come allora.   -   Leggi tutto

Osteria senza Oste (Editoriale)

    Leggi tutto
inserito il 13-03-2014     -    

Dare ospitalità

Image

No, non c’entra nulla con la vistita del Papa a Lampedusa.     Leggi tutto

inserito il 10-07-2013     -    
anteprima

Tanti concerti per l'Emilia, tante iniziative, ma come vengono gestiti questi soldi? A cosa si dà priorità? Come fa un popolo a ricostruirsi se una parte di esso, il suo centro affettivo viene dimenticato o trascurato, se tutto non ha una prospettiva più ampia. Diceva don Giussani: "La paura o il disprezzo della Croce di Cristo non farà mai partecipare alla gioia di vivere all’interno di una festa popolare o di una espressione familiare." Aiutiamo, come possiamo, questi fratelli.   -   Leggi tutto

5 per mille, strumento di popolo

Il sostegno alle onlus e al volontariato non è "roba" solo da ricchi. Anzi, sono in particolare le classi popolari e medio-basse a finanziare il sistema. Ti segnalo, a questo, proposito, l'interessante articolo pubblicato da Avvenire.    

inserito il 01-11-2012     -    

C'è chi taglia nastri, apre fabbriche (e assume)

C'è chi taglia nastri, apre fabbriche (e assume)" di D. Di Vico

    Leggi tutto
inserito il 07-09-2012     -    

Pun!

Se l’ateismo nega l’esistenza del senso della vita (Odifreddi ci ha fatto un blog), del senso dell’universo, del senso dell’esistenza di tutto, poi perché afferma di sé stesso che è una spiegazione sensata?

    Leggi tutto

inserito il 25-07-2012     -    
Condividi contenuti