Il "cavillo" di Troia e la Sharia

anteprima

Il 10 marzo il Senato ha ratificato, con alcuni stralci, la Convenzione dell’Aja del 19 ottobre 1996 per la protezione dei minori stranieri.
La Convenzione fa riferimento anche all’istituto giuridico della “Kafala”, secondo la quale un bambino rimasto orfano di padre e di madre è islamico per natura e può essere dato in affido unicamente se la coppia affidataria è islamica o si converte all’Islam.
L'eventuale accoglimento di questo istituto islamico di affido dei minori è stato rinviato ad un secondo passaggio parlamentare per verificarne la possibilità di adeguamento all’ordinamento italiano.

La sua ratifica sarebbe un'aberrazione, un "vulnus" giurigico e morale, di cui parla estesamente Antonio Socci nel suo articolo

Speriamo che il nostro Senato mostri la stessa saggezza che ha recentemente dimostrato facendosi garante del benessere dei bambini sul preteso diritto all'adozione da parte dei single.

Samizdatolnine


Tu sei libero di riprodurre, distribuire, esporre in pubblico questo editoriale alle seguenti condizioni:
LICENZA D'USO