Referendum irlandese

anteprima
Il referendum irlandese, il clima di pesante persecuzione intorno a quelli che avrebbero votato "no", la violenza nelle nostre piazze contro le sentinelle in piedi, hanno qualcosa da insegnarci con urgenza: ci dicono la vera natura dell'impero in cui viviamo.
Apriamo gli occhi: la scelta irlandese è, prima di tutto, una scelta liberticida. D'ora in poi in Irlanda il cristiano o il mussulmano che diranno pubblicamente, secondo il catechismo, che Dio ci ha fatto uomini e donne rischieranno la galera per omofobia. 
Cosa serve ancora per capirlo? Non è in ballo la difesa dei valori della società cristiana, che semplicemente non esiste più da un pezzo!  E' in ballo la libertà religiosa e la libertà di parola, canarini nella miniera, i primi a morire nei gas tossici di tutti i regimi.
SamizdatOnLine

Articoli correlati:
L'Irlanda dice si alle nozze gay tra intimidazioni e prepotenza - L'Occidentale
Perchè nella mia Irlanda oggi è morta la democrazia - Il Foglio
Irlanda, referendum a carte truccate - La nuova BQ
Lezione al liceo Fermi di Salò - Cultura Cattolica
Di merda e di stelle - Berlicche
Tutto in nome di una città "accogliente e tollerante" - Cultura Cattolica


Tu sei libero di riprodurre, distribuire, esporre in pubblico questo editoriale alle seguenti condizioni:
LICENZA D'USO