Tran-sessuale e trans-gender

anteprima

In molte importanti Università italiane è stato introdotto l’uso del doppio libretto per gli studenti universitari che ne facciano richiesta. Questa pratica, approvata dal Senato accademico, che non ha valore legale al di fuori dell’Ateneo, intende venire incontro a quegli studenti che “sentono” di appartenere ad un sesso diverso da quello che la natura li ha dotati. In tal modo se Mario si è iscritto maschio -ma questo fatto gli provoca disagio- può chiedere di avere un libretto a nome Rosa (nomi di fantasia) e con questo presentarsi agli esami.

La legge italiana prevede la modifica sui documenti ufficiali del sesso di ciascun cittadino che ne faccia richiesta, se suffragata da dichiarazioni mediche che includono l’esito di terapie e operazioni chirurgiche necessarie al cambio di sesso. Questo è il significato legale di tran-sessuale.
Nel caso del doppio libretto non sono necessari certificati medici. Questo è il significato di trans-gender. In questo secondo caso la realtà oggettiva è messa da parte per lasciare posto alla sensazione: il rapporto persona-realtà intende basarsi quindi su di una sensazione.

Il disagio oggettivo che queste persone provano dentro se stessi è una cosa diversa. Cercare di avvicinarle rispettosamente, conoscerle, capirle, accompagnarle e anche aiutarle, è il miglior modo umano per venire loro incontro. Già nelle scuole inferiori ci sono casi di questo genere, e spesso occorre difenderli dalla “ferocia” di certi compagni di scuola. Ci sono casi di disagio familiare, altri più complessi, altri traumatici. La ricerca della felicità è aspirazione basilare di ogni persona che può compiere solo accompagnata; per loro il cammino si presenta molto più complesso. 

Supportare quindi iniziative tipo quella del doppio libretto non aiuta la verità, la realtà, il bene della persona. Provoca confusione ammantandola di umanitarismo e compassione finti e freddi. Inoltre, ancor peggio, sostiene e ufficializza l’ideologia detta del “gender” che sposta il dato di realtà a quello della sensazione. Tale ideologia non si cura effettivamente del disagio di queste persone ma mira ad altro, con grandi interessi economici: matrimoni omosessuali, fecondazione artificiale, utero in affitto, sradicamento delle proprie origini biologiche. Vuole insomma usare le persone come oggetti riducendole a propria disposizione, col loro consenso.
È un’operazione su larga scala, un esempio ne è l’Irlanda, dove col consenso dei cattolici è stata addirittura modificata la costituzione in tal senso. Occorre attenzione perché non è il bene della persona al centro di questa operazione, ma il governo delle persone, cioè il loro annullamento.

A. Errico - socio di SamizdatOnLine

Articoli correlati:
UniFi, doppio libretto universitario allo studente transgender - Corriere Fiorentino
Il potere finanziario dietro la diffusione del gender? - Zenit
Risposta ai nuovi censori sui matrimoni gay - L'Occidentale
Il Gender, il Doppio Libretto - Stranocristiano
Il suicidio assistito è legge in California. Il governatore cattolico dice sì - Repubblica



Tu sei libero di riprodurre, distribuire, esporre in pubblico questo editoriale alle seguenti condizioni:
LICENZA D'USO