Editoriali

anteprima

Leggendo i giornali e sentendo i resoconti degli ultimi tempi la parola in cui ci si imbatte maggiormente è "pantano"; il pantano blocca il cammino e ti tiene fermo nella tua posizione, ti immobilizza. Mons. Crociata nell’editoriale “Mobilitiamo la speranza per non rimpicciolire il cielo” apparso il 15 agosto su Avvenire ha scritto “Come uscire da tale situazione? Bisognerebbe innanzitutto intendere l’indole spirituale del malessere che ci affligge: siamo poveri di idealità, di pensiero, di orizzonti, di speranza”. Quel malessere ci spinge ad allargare il cuore e trovare un luogo dove questo sia testimoniato. Il Meeting di Rimini è un buon punto di partenzaSamizdatOnLine   -   Leggi tutto

anteprima

Difficile, il mondo del cinema.
Devi continuamente superare il record precedente: record di incassi, record di spettatori nella prima settimana, record di DVD venduti per il mercato domestico…
Capita così di vedere promozioni multimiliardarie per pellicole artisticamente modeste, come “Avatar”, e di dover assistere inermi all’impazzare di vampiri succhiasangue dagli occhi languidi (Twilight), capaci di emozionare qualche adolescente con i brufoli, ma certo lontani anni luce dai Dracula di Stoker-Coppola.   -   Leggi tutto

anteprima

Chiediamo a chi condivide il nostro giudizio di sottoscriverlo. Lo faremo arrivare ai giornali. Potete diffonderlo anche voi.

Ci sarà – anzi, certo c’è – del vero nell’inchiesta di Panorama sulle «notti brave dei preti gay». E lasciamo tutta la responsabilità agli autori del servizio, come anche all’Editore, nel pubblicizzare questa sporcizia, questa nefandezza, questo disgustoso spettacolo (a volte pare che cresca il gusto “macabro” di comunicare il male, con un compiacimento che ha, forse, del patologico).
  -   Leggi tutto

anteprima

Cosa vuol dire bell’amore? Quando l’amore è bello? Tommaso parla della bellezza come dello “splendore della verità”. Per Bonaventura la persona che “vede Dio nella contemplazione”, cioè che lo ama, è resa tutta bella (pulchrificatur) [1].
La tradizione cristiana, con le parole del Salmo, definisce Gesù Cristo come «il più bello tra i figli dell’uomo» (Sal 45,3). Il bell’amore pertanto non è un’Idea astratta, ma la persona di Gesù, bellezza visibile del Dio invisibile, che per amore si è fatto come uno di noi. (…)   -   Leggi tutto

anteprima

I veri bavagli della stampa
E’ stata presentata al parlamento la relazione sulla legge 40, quella sulla procreazione medicalmente assistita, quella confermata dall’astensione al referendum del 2005, la più alta della storia referendaria del nostro paese.   Ne ha parlato solo Avvenire. Per il resto: silenzio totale. Perché? Perché la legge funziona. Nascono sempre più bambini, dalla provetta, il che, come spieghiamo nei post che seguono, non è un buon segno, di per sé, ma sicuramente significa che questa legge non ostacola come si è voluto far credere i primi anni – complice una presentazione ideologica ed errata dei dati raccolti.   -   Leggi tutto

anteprima

La vigilia della festa di san Pietro e di san Paolo, nella Basilica di san Paolo fuori le Mura, Papa Benedetto XVI ha dato l’annuncio della istituzione di un nuovo Dicastero vaticano, sotto la forma del Pontificio Consiglio, con lo scopo di promuovere una rinnovata evangelizzazione nei Paesi dell’Occidente, di antica tradizione cristiana ma ora pesantemente intaccati dalla secolarizzazione.
A breve, il Papa stesso chiarirà indicazioni e competenze nella sua lettera apostolica di fondazione del nuovo Consiglio.   -   Leggi tutto

anteprima

Gli attacchi alla Chiesa sfidano la libertà dei cristiani.
Nell'omelia pronunciata nella Messa per la solennità dei SS. Pietro e Paolo Benedetto XVI ha detto: “... In effetti, se pensiamo ai due millenni di storia della Chiesa, possiamo osservare che – come aveva preannunciato il Signore Gesù (cfr Mt 10,16-33) – non sono mai mancate per i cristiani le prove, che in alcuni periodi e luoghi hanno assunto il carattere di vere e proprie persecuzioni ...”   -   Leggi tutto

anteprima

IL NOBEL A EUGENIO CORTI - Cultura Cattolica.it
Un riconoscimento universale al cantore del modello sociale della Brianza.
La società occidentale sembra oggi pervasa da un diffuso senso di precarietà, sentimento che ostacola il fiducioso sviluppo di progetti riguardanti il nostro comune destino; la stessa crisi economica attualmente in corso viene attribuita da più parti ad una seria crisi dei valori che ne costituivano l'impianto portante.  Per taluni aspetti, si può affermare che la civiltà occidentale ha fatto propri modelli culturali inadeguati alla formazione di cittadini responsabilmente strutturati ad assumere il governo del futuro.   -   Leggi tutto

anteprima

“Per rimanere persone spiritualmente libere, bisogna vivere nella verità. Vivere nella verità significa darne esteriormente testimonianza, dichiararla e rivendicarla in qualunque situazione. La verità è immutabile. Non si può distruggere la verità con delibere o decreti. In questo consiste in linea di massima la nostra schiavitù: che ci arrendiamo al dominio della menzogna, che non la smascheriamo e non protestiamo contro di essa ogni giorno…la testimonianza coraggiosa della verità è la via maestra verso la libertà”.(J. Popieluszko 31.10.1982)   -   Leggi tutto

anteprima

Ad Agrigento c’è un viadotto che collega alcuni quartieri con il centro città. Mentre lo percorrevamo, il mio amico Maurizio mi raccontava che da quel viadotto, con una certa regolarità, la gente si butta nella valle sottostante. E’ un luogo triste, per suicidi. E un ex sindaco della città aveva a suo tempo proposto (per risolvere il problema) di alzare i parapetti. Come se questa fosse la soluzione migliore per evitare che la gente si suicidi!
Ad Agrigento, qualche giorno fa, sono stato invitato da Maurizio, da sua moglie Livia e da altri amici, per parlare di un tema non facile: “I giovani e la felicità”.   -   Leggi tutto

anteprima

Ci sono varie cose su cui riflettere, con l'assassinio di Mons. Padovese.
Tutti sottolineano come sia stato il gesto di un folle. O meglio, quasi tutti: l'arcivescovo di Smirne e altri fanno notare come questa scusa sia spesso stata usata come ritornello per coprire altre cose. La questione andrebbe investigata bene (e seguita su sites seri e realmente informati, come AsiaNews).
Quello che colpisce è che, tranne Avvenire, molti giornali si sono subito affrettati a dire che la politica pare non c'entrare etc. Politica? E chi ha mai detto che il problema è solo politico?   -   Leggi tutto

anteprima

Una recente indagine IARD-SWG spiega, in termini numerici, quanto la bioetica funga da spartiacque tra credenti e non credenti.

Ci interessa, insieme a Cultura Cattolica.it che ha lanciato la proposta di un lavoro comune e riflessioni in merito -con pubblicazione degli interventi che giungeranno in Redazione- aprire il dibattito rispondendo alle 10 domande che di seguito riprendiamo. un dibattito ampio che pone questioni molto gravi e di fondo.  SamizdatOnLine
  -   Leggi tutto

anteprima

Cent'anni fa lo scrittore russo Soloviev, nel suo Racconto dell'Anticristo, poneva nel tempo della fine del mondo la riunione tra Ortodossi e Cattolici. E' proprio un ortodosso a fare la confessione che tutti accomuna davanti all'Imperatore, l'Anticristo stesso:
Allora simile a un cero candido si alzò in piedi lo starets Giovanni e rispose con dolcezza: «Grande sovrano! Quello che noi abbiamo di più caro nel cristianesimo è Cristo stesso. Lui Stesso e tutto ciò che viene da Lui, giacché noi sappiamo che in Lui dimora corporalmente tutta la pienezza della Divinità."   -   Leggi tutto

anteprima

Assuntina Morresi
Non è una sfida a Dio l’ultimo risultato ottenuto da Craig Venter e dalla sua équipe, ma una sofisticata operazione tecnologica, un “copia, incolla e metti la firma”: non è una creazione dal nulla, piuttosto sono state sapientemente assemblate sequenze di Dna già esistenti in natura, e riprodotte in laboratorio, insieme a qualche sequenza disegnata per “marcare” il genoma ottenuto e distinguerlo dall’originale naturale, una specie di “firma” degli scienziati inserita nel Dna stesso. Il Dna così prodotto in laboratorio è stato poi sostituito a quello di una cellula naturale, che è stata in grado di replicarsi grazie al nuovo patrimonio genetico, cioè seguendo gli “ordini” del Dna sintetico.   -   Leggi tutto

anteprima

C'ero anch'io in piazza San Pietro, con la mia famiglia e gli amici di CL di Rimini. Ci sono molte letture possibili del gesto di domenica 16 maggio 2010, da quella politica, “prova di forza dei cattolici italiani”, a quella psicologico-sentimentale, “essere in tanti mette coraggio”.   -   Leggi tutto

Io penso che il modo giusto per capire quanto é successo sia partire da cosa é la Chiesa:   -   Leggi tutto

anteprima

Com’era bello il cielo sopra Roma ieri, durante il Regina Coeli. Bello perché alla fine è stato compassionevole coi tanti pellegrini arrivati qui fin da sabato, e da tutta Italia, evitando acquazzoni e regalando solo a tratti il sole caldo di maggio. Bello perché anche per noi, che viviamo a Roma da tanti anni, il cielo visto da piazza San Pietro ha sempre qualcosa di affascinante. Bello in questo particolare giorno dell’Ascensione in cui i movimenti e le associazioni laicali sono arrivati in piazza per l’abbraccio al Santo Padre.   -   Leggi tutto

anteprima

ICONE DEL BENE - ICONE DEL MALE
Sono giorni drammatici: quello che accade, sia per la responsabilità dell’uomo, sia per l’agire della natura, sembra rendere la vita in qualche modo più instabile. Le notizie – da qualunque fonte provengano – non ci lasciano tranquilli. Dalla crisi economica (dove quanto accade sembra rispondere ad una occulta regia) alle catastrofi della natura violata (le cui conseguenze comunque sembra che dobbiamo pagarle solo noi, mai i veri responsabili); dall’odio anticristiano ai comportamenti immorali da cui neppure alcuni vescovi vanno esenti. Ma la serie   -   Leggi tutto

anteprima

Il gesto di domenica 16 maggio con il Papa in p.za San Pietro, contiene il desiderio di affermare qual è il vincolo che ci introduce al reale: una Presenza storica, guidata dal successore di Pietro. Vogliamo affermare che cosa ci impedisce di soccombere alla confusione e a tutte le interpretazioni possibili e immaginabili cui inevitabilmente noi cadremmo, se non ci fosse un punto storico di riferimento che ci dice la verità su Cristo. Senza Pietro noi saremmo nella confusione più totale! Questo non è un gesto per incoraggiarci a vicenda ma un gesto che in questo momento particolare della storia afferma  con chiarezza dove è l'àncora della nostra fede. don J. Carron            SamizdatOnLine   -   Leggi tutto

anteprima

Il 25 dicembre 1990, alla vigilia della Prima Guerra del Golfo, durante il messaggio di Natale papa Giovanni Paolo Il invitò “i potenti della terra” a riflettere sul fatto che “la guerra è un’avventura senza ritorno”.  Sono passati vent’anni, e le guerre recenti hanno già prodotto un frutto velenoso: i cristiani sono quasi scomparsi dal Medio Oriente, e là dove resistono eroicamente sono sanguinosamente perseguitati. L’ultima strage in ordine di tempo è quella del 2 maggio 2010 a Mosul, in Iraq. Ma i media italiani non ne hanno parlato.
SamizdatOnLine   -   Leggi tutto

anteprima

Dal 22 al 24 aprile 2010 si è svolto a Roma, alla presenza di oltre 1300 delegati, il Convegno organizzato dalla CEI, dal titolo “Testimoni digitali. Volti e linguaggi nell’era crossmediale”. Numerose le comunicazioni e le testimonianze, concluse da un intervento di Papa Benedetto XVI. Naturalmente la nostra Rete, che da anni dedica le proprie energie ad una presenza in Internet, ha seguito con appassionato interesse lo svolgersi dei lavori. Per noi era presente don Gabriele Mangiarotti, direttore di Culturacattolica.it.
SamizdatOnLine   -   Leggi tutto

Condividi contenuti