Editoriali

anteprima

Facciamo nostro l'invito che sale dal cuore di tanti uomini, e che è ora rilanciato da AVVENIRE! Non possiamo restare indifferenti!   -   Leggi tutto

«Penso alla mia famiglia, lo faccio in ogni momento. Vivo con il ricordo di mio marito e dei miei figli e chiedo a Dio misericordioso che mi permetta di tornare da loro. Amico o amica a cui scrivo, non so se questa lettera ti giungerà mai. Ma se accadrà, ricordati che ci sono persone nel mondo che sono perseguitate a causa della loro fede e – se puoi – prega il Signore per noi e scrivi al presidente del Pakistan per chiedergli che mi faccia ritornare dai miei familiari».
anteprima

Ci sono idee che come un lampo invadono la mente, e non te ne puoi più staccare. Non sai quali frutti porteranno, ma sai che sono il misterioso segno del disegno che chiama la tua vita a una decisione. Così è stato alla vigilia di Natale dell’anno scorso, quando abbiamo avuto la certezza che Shahbaz Bhatti “doveva” essere l’«Uomo dell’anno 2011». Dopo averlo indicato sul sito, ci ha commosso vedere che Benedetto XVI ha proposto questo martire per la fede come riferimento per tutta la Chiesa.
Così oggi, giorno splendente della Immacolata Concezione di Maria, il lampo della bellezza e della vita ci ha illuminato facendoci scegliere Chiara Corbella come «Uomo dell’anno 2012».   -   Leggi tutto

anteprima

Quando in una società si instaura un meccanismo di recessione, non solo economica ma di vita, quello che si perde è la nostra umanità, i nostri bisogni, i nostri desideri, le nostre memorie vengono disperse, le nostre necessità vitali rimangono indifese e sempre sotto attacco, ma dove la famiglia che è il luogo della cura alla mia persona è viva, dove la Chiesa che è il luogo della cura della comunità è viva, si intravede quanlcosa di diverso, tanto che verrebbe voglia di abbracciare tutto il mondo. Un esempio è qui descritto.  SamizdatOnLine
COSI' TERRIBILE, COSI' MERAVIGLIOSO   -   Leggi tutto

anteprima

Tanti concerti per l'Emilia, tante iniziative, ma come vengono gestiti questi soldi? A cosa si dà priorità? Come fa un popolo a ricostruirsi se una parte di esso, il suo centro affettivo viene dimenticato o trascurato, se tutto non ha una prospettiva più ampia. Diceva don Giussani: "La paura o il disprezzo della Croce di Cristo non farà mai partecipare alla gioia di vivere all’interno di una festa popolare o di una espressione familiare." Aiutiamo, come possiamo, questi fratelli.   -   Leggi tutto

anteprima

Atene e Francoforte: il volto spietato del nuovo potere
La Grecia è in attesa di ricevere dall’Unione Europea un prestito di 31.5 miliardi di euro senza il quale rischia di morire di stenti. Questo prestito giunge in cambio dell’ennesimo giro di adempimenti e riforme prescritte al governo ellenico dai non disinteressati creditori internazionali dei cui interessi la cosiddetta troika (i rappresentanti del FMI, della BCE e della UE che da oltre 4 anni controllano tutte le decisioni che si prendono ad Atene) è garante.   -   Leggi tutto

anteprima

Un aiuto a scoprire le prossime festività dei morti e defunti, guardando alla bellezza.
Tra la morte pagana e la vita cristiana   -   Leggi tutto

anteprima

Il 22 ottobre 1978 papa Giovanni Paolo II pronunciava questo forte messaggio - sempre attuale - ad aprirci a Cristo:
"Fratelli e Sorelle! Non abbiate paura di accogliere Cristo e di accettare la sua potestà!  Aiutate il Papa e tutti quanti vogliono servire Cristo e, con la potestà di Cristo, servire l’uomo e l’umanità intera!    -   Leggi tutto

anteprima

Vorrei leggere, o rileggere, con voi alcuni articoli. Quello da cui partiamo è l’editoriale di Tempi di questa settimana. E’, in gran parte, di Antonio Simone. Per coloro che non lo sapessero Simone è stato preventivamente in cella diversi mesi perché accusato di tutta una serie di reati che si vorrebbero associare a Roberto Formigoni.   -   Leggi tutto

anteprima

Il Nobel a Yamanaka è la prova che si può fare scienza senza distruggere embrioni
«Questi studi sono la dimostrazione che quando la scienza lavora correttamente non si pongono problemi etici». Così la vede Assuntina Morresi: «Osservare con onestà la realtà e prenderne atto è cosa da grandi scienziati»   -   Leggi tutto

anteprima

E’ difficile per quelli che non hanno mai conosciuto persecuzione,
e per chi non ha conosciuto un Cristiano
credere quei racconti di cristiani perseguitati. ... (
T.S. Eliot Cori della Rocca)
Mi fa arrabbiare, mi fa impazzire, mi lascia ogni volta affranto e distrutto. A chi come me è cristiano capita.   -   Leggi tutto

anteprima

 Le "Pussy Riot" e l'esibizione nella chiesa di Cristo Salvatore. Dove comincia la libertà di espressione del pensiero e dove comincia il declino della protesta politica?
Il 10 ottobre si celebrerà  a Mosca il processo d'appello per Nadezhda Tolokonnikova, Maria Alekhina e Yekaterina Samutsevich, appartenenti al le 'Pussy Riot' per "teppismo premeditato realizzato da un gruppo organizzato di persone motivate da odio o ostilità verso la religione o un gruppo sociale".   -   Leggi tutto

anteprima

Per rimanere liberi bisogna, a un bel momento, prendere senza esitare la via della prigione
Scriveva così, Giovannino Guareschi, condannato per diffamazione a mezzo stampa Correva l’anno 1954, era il 26 maggio quando Giovannino Guareschi direttore de Il Candido, prese la via del carcere. Condannato per la diffamazione di Alcide De Gasperi a mezzo stampa.   -   Leggi tutto

anteprima

Abbiamo preso posizione sulle affermazioni del Ministro Profumo (ma non doveva essere un governo «tecnico»?) a proposito dell’Insegnamento della Religione Cattolica. E abbiamo dato in qualche modo il via a molte prese di posizione.
domenica 23 settembre 2012   -   Leggi tutto

anteprima

Molto più imbarazzante di Kate Middleton e delle sue pudenda, di un brutto presunto film su Maometto o dei litigi e scandali politici nostrani. Così imbarazzante che mentre la principessa e i politici e il film occupano le prime pagine, il Papa viene relegato all’interno, o ignorato del tutto, manco una nota di costume (come Kate).
Ma cosa ha fatto di così tremendo questo Papa da meritare il bisbiglio o il silenzio globale, non solo dei media italiani ma di quelli del mondo intero?   -   Leggi tutto

anteprima

Ottantuno anni fa, per l’esattezza il 28 agosto 1931, veniva promulgato il Regio Decreto n. 1227, recante «Disposizioni urgenti sull’Istruzione superiore». Si tratta proprio di quel provvedimento normativo che conteneva il famigerato articolo 18, ovvero l’obbligo per i docenti universitari di prestare giuramento al potere politico, quale conditio sine qua non per poter accedere alla cattedra o per poterla mantenere. Un odioso ricatto perpetrato attraverso la seguente formula: «Giuro di essere fedele al Re, ai suoi reali successori e al Regime Fascista, di osservare lealmente lo Statuto e le altre leggi dello Stato, di osservare l’ufficio di insegnante e adempiere tutti i doveri accademici col proposito di formare cittadini operosi, probi e devoti alla Patria e al Regime Fascista. Giuro che non appartengo né apparterrò ad associazioni o partiti, la cui attività non si concili coi doveri del mio ufficio». Pare che in tutta Italia furono solo una quindicina, su oltre milleduecento, i docenti che ebbero il coraggio di rifiutare il giuramento di fedeltà al fascismo, perdendo così la cattedra universitaria.   -   Leggi tutto

anteprima

 Un film con tanti "bersagli" che si dimentica di Eluana - Assuntina Morresi
Festival di Venezia 2012 - Ci aspettavamo di più dalla “Bella Addormentata” di Marco Bellocchio, speravamo in qualche guizzo geniale, qualche riflessione più profonda nelle storie di vita e di morte che sapevamo essere raccontate, e invece abbiamo assistito a un film scontato e prevedibile, e quindi, tutto sommato abbastanza noioso. La nota ossessione anticattolica di Bellocchio, per la quale i preti e le suore hanno sempre un’aria cupa o, nel migliore dei casi insignificante, e spuntano continuamente da tutte le parti insieme a simboli sacri e a preghiere e canti dai toni vagamente mortiferi, fa da sfondo alle diverse storie che si intrecciano negli ultimi giorni di vita di Eluana Englaro, ripercorsi in spezzoni di telegiornali e notiziari trasmessi in tv, ai quali assistiamo insieme agli attori.   -   Leggi tutto

anteprima

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia» [William Shakespeare, da “Amleto”]
Raccontare la vita, ed accorgersi della realtà. Non sono giornalista – anche se curo con amici il sito CulturaCattolica.it – ma come sacerdote e come insegnante (ora in pensione) ho sempre desiderato fare conoscere ciò che rende bella la vita, e ho cercato di reagire contro l’indifferenza e la menzogna. Mio padre mi ha insegnato ad essere responsabile, di tutto. Non ha mai alzato le spalle di fronte a ciò che accadeva. E mi ha insegnato a stimare anche coloro che la pensavano diversamente da me.
Così il sito è diventato, nel tempo, luogo di racconti di vita, di educazione, di testimonianza (e spesso questi sono diventati incontri reali, per cui le persone di cui si parla, oltre che gli straordinari collaboratori, hanno un volto noto e amato). Contemporaneamente, CulturaCattolica.it è stato ed è luogo di denuncia di tutto ciò che va contro l’uomo e la sua dignità. In questo non abbiamo mai pensato che fosse inutile mobilitarci.   -   Leggi tutto

anteprima

E ora tocca al tecnico Monti occuparsi di embrioni - Assuntina Morresi, Il Sussidiario
Impossibile tenere fuori dall’agenda politica i cosiddetti “temi eticamente sensibili”: sarebbe come non volersi occupare di globalizzazione, o rifiutarsi di parlare di problematiche ambientali, e pretendere comunque di governare il paese. La biopolitica, piaccia o no, fa parte del nostro tempo, lo attraversa e lo trasforma: giudicarne i fatti e stabilire o meno delle regole è inevitabile per chiunque guidi un paese.
E quindi adesso spetterà al governo Monti decidere se ricorrere o meno contro la Corte Europea dei diritti dell’Uomo (Cedu) per difendere la legge 40 sulla procreazione medicalmente assistita, e assumersene tutta la responsabilità politica.   -   Leggi tutto

anteprima

Al Venerato Fratello   Monsignor Francesco Lambiasi   Vescovo di Rimini   -   Leggi tutto

anteprima

AL MARE COL BUMBUM-TUCATUCA-SEUCIPEGU
Il mare. I suoi riflessi. Il rumore delle sue onde. Il sapore del suo sale. Il canto delle cicale nella macchia mediterranea. Il sole, la sabbia, il cielo azzurro. E quel senso di primordiale, selvaggio, immenso che ti viene da quella particolare natura. Parlo ovviamente del mare così come lo puoi vivere in una qualsiasi spiaggia, possibilmente lontana da una città. Non certo del mare riminese, ch’è tutt’altra cosa.   -   Leggi tutto

Condividi contenuti